Per Trovare Lavoro: meglio i legami deboli o forti?

Prendo spunto da @Skande che scrive oggi  “Facebook:  il miglior social per Trovare Lavoro” collegandosi a un post del  Sole 24 Ore

… ma non è su Facebook che vorrei soffermarvi, pazientate…

Premesso che sostengo che sia Linkedin il miglior social per trovare lavoro [se usato con strategia adeguata] riconosco le ampie possibilità che oggi Facebook offre soprattutto in termini di creatività per differenziarsi e di Personal Branding …  ma non è nemmeno sulla differenza tra Facebook e Linkedin che vorrei soffermarmi …

rresize (1)

La mia riflessione

il succo di questi due post, di cui in fondo troverete i link, è che per trovare lavoro bisogna usare i legami forti ossia la rete consolidata di amici intimi, parenti e colleghi di lunga durata ossia le nostre relazioni consolidate.

Da 12 anni mastico questi argomenti per cui mi fa piacere condividere con voi il mio pensiero e la mia personale  interpretazione dei legami deboli per trovare lavoro.

Se tu che cerchi lavoro fai leva sulle tue conoscenze dirette chiedendo loro aiuto immagino ti aspetterai da loro una mano concreta, ossia azioni che loro dovranno fare, telefonate, mail e raccomandazioni … tutte cose che, però, non sarai tu a fare …

Il tuo miglior amico, tuo fratello o il tuo ex collega telefoneranno, scriveranno, inoltreranno il tuo CV a qualcunio e si faranno ambasciatori della tua causa  … ma tu lo faresti meglio! E soprattutto ti invito a chiederti: conclusa questa azione fatta da loro tu avrai il vero controllo di ciò che potrebbe NON accadere?  [intendo dire: se non succede nulla che fai? se non ti chiama nessuno? ]

Personal  Branding è ciò che gli altri pensano di te, è l’immagine che gli altri hanno di te ed è frutto di ciò che tu fai e dici. Per influenzare positivamente questo processo dobbiamo essere noi a fare; se una chiamata non arriva in seguito ad un CV inviato sarà l’azione successiva a impattare sul nostro Personal Branding o addirittura l’azione precedente!

Cercare lavoro utilizzando prevalentemente o esclusivamente i legami forti non basta, dirlo ad amici, parenti, ex colleghi e negozianti sotto casa non basta secondo me: dirlo, spargere la voce, non vuole dire compiere azioni concrete, cercare lavoro è un’azione che implica il fare in prima persona per ottenere i migliori risultati.

Le azioni stanno nei legami deboli

Lavorare sui legami deboli vuol dire mappare prima di tutto i legami forti per capire dove ci portano … mi spiego: sapere che mio fratello lavora in PINCOPALLO SpA non vuole dire che ho l’opportunità di entrare in contatto solo con la PINCOPALLO SpA … ma significa che la PINCOPALLO SpA avrà tra i suoi contatti/clienti qualcuno della TIZIOCAIO SrL a cui io, usando il mio legame forte,  posso arrivare … questo intendo: azioni che seguono ad altre azioni!

La differenza tra l’accontentarsi di usare i legami forti o la capacità di sfruttare anche quelli deboli sta in un’azione: quella che vi aprirà  le porte verso tanti altri contatti da saper utilizzare al meglio ed è proprio agendo in quest’ottica che sia i legami forti che quelli deboli vi serviranno …  con strategia e intraprendenza!

La rete e i legami

questo è il flusso di tweet che hanno ispirato questo post

Tweet

aggiungo, a ciò che Dario mi ha risposto, che ovviamente quoto e condivido, che i legami  deboli diventano  forti solo se azioni seguono ad altre azioni!  …. per Farsi Scegliere, Potendo Scegliere!

Ringrazio @skande e @dariodellanoce per l’ispirazione ed ecco i due post citati: questo di @skande e questo del Sole24ore

buona lettura, a presto e buon we

Anna

Informazioni su Anna Martini

Fare #PersonalBranding per lei significa donarsi il lusso di farsi scegliere potendo scegliere! Community Manager @SheFactorIT
Questa voce è stata pubblicata in lavoro, linkedIn, network, personal branding e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Per Trovare Lavoro: meglio i legami deboli o forti?

  1. Pingback: Personal branding: workshop a Genova | Crisi & Sviluppo @ Manageritalia

  2. Pingback: Personal Branding per Manager per “Farsi Scegliere Potendo Scegliere!” | Il Blog di Anna Martini

Ti va di lasciare un Commento?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...